Ultima modifica: 8 Maggio 2019
Liceo Statale "Enrico Fermi" > Dipartimenti > Lettere > La II A partecipa al concorso artistico-letterario “Le nostre sfide” a Barletta e un alunno riceve la menzione speciale

La II A partecipa al concorso artistico-letterario “Le nostre sfide” a Barletta e un alunno riceve la menzione speciale

Premiato nell’auditorium della scuola media “Renato Moro” di Barletta con la “Menzione Speciale” al concorso artistico-letterario “Le nostre sfide” per la sezione scuole superiori, indetto dall’Amministrazione comunale di Barletta per l’anno scolastico 2018-2019  giunto alla v edizione, l’elaborato scritto dell’alunno Biagio Nagliero della classe ll A del Liceo Statale “Enrico Fermi” di Canosa di Puglia,

Premiato nell’auditorium della scuola media “Renato Moro” di Barletta con la “Menzione Speciale” al concorso artistico-letterario “Le nostre sfide” per la sezione scuole superiori, indetto dall’Amministrazione comunale di Barletta per l’anno scolastico 2018-2019  giunto alla v edizione, l’elaborato scritto dell’alunno Biagio Nagliero della classe ll A del Liceo Statale “Enrico Fermi” di Canosa di Puglia, accompagnato dalla sua Prof.ssa di Lettere Giulia Giorgio referente del concorso. Anche  la classe II A ha ricevuto un attestato di partecipazione  per aver prodotto numerosi elaborati inerenti lo stesso argomento.

 La traccia del tema assegnato ha portato tutti noi a riflettere su quali sono i veri eroi di oggi rispetto al passato rievocando le gesta dell’eroe di una volta Ettore Fieramosca e dei suoi 12 condottieri, vittoriosi contro i francesi, nella famosa “Disfida di Barletta” evento storico d’arme del 13 febbraio 1503 e commemorato ogni anno dalla città di Barletta.

 L’alunno prendendo spunto dal “Modello di Riace” e sposando l’idea del suo sindaco Mimmo Lucano,ha  identificato come modello di eroi attuali tutti coloro i quali, col proprio coraggio riescono  a portare avanti un progetto di integrazione dei migranti, lottando contro un becero e alienante razzismo in un piccolo paesino calabrese della Locride, Riace appunto, sfidando il mondo intero, tanto è vero che la suddetta cittadina è stata proposta dalla rivista ”Left” per la candidatura al premio Nobel per la pace.  

Il discente ha ricevuto una lode per il messaggio di accoglienza, di solidarietà, di uguaglianza, di giustizia, di coraggio, contenuto nel suo testo. La sfida di questo alunno quindicenne nella società di oggi, dove il razzismo è ancora profondamente radicato, è quella che non si può rimanere indifferenti di fronte al fatto che, oggi, molti migranti vengono ancora rinchiusi nei campi, l’integrazione è possibile se si vuole e Riace ne è l’esempio.

Tutta la comunità scolastica si è complimentata  con l’alunno nella figura della dirigente prof.ssa Nunzia Silvestri la quale ha commentato con soddisfazione la menzione d’onore ricevuta dall’alunno evidenziando il fatto che giovani di oggi, sembrano più aperti delle generazioni passate ad affrontare la sfida dell’integrazione, con il loro coraggio ed entusiasmo e soprattutto la voglia di un futuro migliore:  solo scardinando i pregiudizi, si può arrivare ad una convivenza pacifica. Anche la scuola ha un ruolo fondamentale in questo, cioè quello di plasmare le menti ed il cuore dei giovani, futuri uomini, l’educazione al sentimento è un’altra sfida che ci attende.  

  




Il sito della nostra scuola non utilizza cookie "di profilazione" per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, ma solo cookie "tecnici ed assimilati" per migliorare la navigazione e raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti per elaborare statistiche generali sul servizio e sul suo utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi